“La ripresa dell’eclissi totale di Luna del 27 luglio 2018, la piu’ lunga del secolo” – Workshop fotografico – 21 luglio 2018, ore 10.00-18.30

WORKSHOP DI FOTOGRAFIA

 La ripresa dell’eclissi totale di Luna del 27 luglio 2018, la piu’ lunga del secolo

WORKSHOP DI FOTOGRAFIA: "La ripresa dell’eclissi totale di Luna del 27 luglio 2018, la piu’ lunga del secolo"
WORKSHOP DI FOTOGRAFIA: “La ripresa dell’eclissi totale di Luna del 27 luglio 2018, la piu’ lunga del secolo”

 

Docente: dr. Gianluca Masi, astrofisico ed esperto astrofotografo.

Quando: Sabato 21 luglio,  dalle ore 10:00 alle ore 18:30 (pausa pranzo libera tra le 13:00 e le 14.30).

Dove:

1) presso UnitronItalia Instruments, Via G. B. Gandino 37, 00167 Roma (max. 20 partecipanti)

2) video tutorial esclusivo, consistente della registrazione integrale del workshop medesimo (l’indirizzo web verrà fornito per tempo agli iscritti)

Quota di iscrizione:

1) partecipazione in sede: Euro 80,00 ( iva inclusa)

2) accesso online al tutorial: Euro 50,00 (iva inclusa)

Iscrizione: tramite il sito www.unitronitalia.com di UnitronItalia Instruments

Informazioni: shop@unitronitalia.com,  06 3973 8149.

 

L’evento

Il prossimo 27 luglio si verificherà l’eclissi totale di Luna più lunga del secolo. Essa sarà perfettamente visibile dall’Italia. La stessa sera, il pianeta Marte si troverà all’opposizione, di fatto nelle migliori condizioni di visibilità da 15 anni a questa parte. Mentre la Luna sfoggerà la propria elegantissima tonalità rossastra, il pianeta Marte brillerà intenso dello colore, nel medesimo angolo di cielo.

La Luna Rossa e il Pianeta Rosso contemporaneamente vicini, a pochi gradi nel cielo, con le cifre da record sia dell’eclissi che della grande opposizione di Marte rappresentano un’occasione più unica per rara, imperdibile spunto per catturare spettacolari fotografie dell’evento, magari combinandolo con elementi e monumenti del luogo di osservazione.

Proprio per approfondire gli aspetti tecnici, le esigenze strumentali e le conoscenze scientifiche necessarie per catturare un fenomeno naturale tanto suggestivo e straordinario, quanto insolito e non banale fotograficamente, vi proponiamo un workshop sul tema, caratterizzato da un programma completo, che comprende tutti gli argomenti indispensabili.

E’ prevista sia la partecipazione in sede, a Roma (max 20 partecipanti), che l’accesso online al tutorial che verrà rilasciato immediatamente dopo il workshop. Al termine del workshop, i partecipanti in sede potranno porre le proprie domande, che faranno parte anch’esse del tutorial offerto ai partecipanti online, assieme alle relative risposte.

Il programma

mattina, ore 10.00-13.00: elementi di fotografia digitale; le caratteristiche dell’eclissi totale di Luna; la scelta delle ottiche; le possibilità creative offerte dal fenomeno.

Pomeriggio, 14:30-18:00: software, accessori ottici e meccanici utili alla fotografia dell’eclissi,  le tecniche fondamentali di sviluppo del file raw, la pianificazione della sessione fotografica; question time.

Iscrizione

 

Il docente

Gianluca Masi è laureato in Fisica, indirizzo astrofisico, presso l’Università “La Sapienza”e ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Astronomia presso l’Università di “Tor Vergata”. Ha all’attivo la pubblicazione di circa 900 contributi professionali, la scoperta di decine di asteroidi, numerose stelle variabili, è co-scopritore di tre pianeti extrasolari e del transiente ASASSN-15lh, la più luminosa supernova mai scoperta. Nel 2006 ha fondato il progetto Virtual Telescope. Da oltre trent’anni svolge un’intensa attività fotografica, in cui il cielo è spesso l’elemento dominante. Suoi lavori fotografici appaiono frequentemente sui più prestigiosi media internazionali, come CNN, Newsweek, Ansa, Repubblica, Sky & Telescope e National Geographic. Tra i numerosi riconoscimenti ricevuti, l’asteroide (21795) è stato denominato “Masi” dall’International Astronomical Union per i suoi meriti scientifici. E’ Coordinatore per l’Italia di Asteroid Day e Astronomers Without Borders. Lavora presso il Planetario e Museo Astronomico di Roma come curatore scientifico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *